NOI PA E LE BUSTE PAGA DEI MILITARI. Da mesi ci sono molte disfunzioni che creano forti disagi al personale militare. interrogazione parlamentare On. Tatiana BASILIO. Non pagato il CFI 2016

Assodipro Nazionale

Ottima, condivisibile e opportuna iniziativa, quella rappresentata dall’ On. Tatiana Basilio del M5S, con un interrogazione al ministro difesa sulle frequenti disfunzioni del sistema centralizzato di  pagamento e di definizione delle buste paga dei militari. L’On. Basilio scrive : “vengono lamentate ripetute e serie disfunzioni nelle erogazioni delle competenze”
Dopo mesi e mesi di disagi e di silenzi di chi dovrebbe o doveva intervenire, per segnalare forte e chiaro i problemi e per risolvere i problemi prima. Bisogna trovare una soluzione immediata alle ripetute disfunzioni che si ripetono in serie e da quando c’è il sistema centralizzato. Il sistema precedente era una macchina perfetta che non creava nessun problema e disagi a nessuno. Si esamini anche la possibilità di tornare alle precedenti gestioni di singola forza armata. Molto preoccupante è il mancato pagamento dei compensi per giornate svolte nell’anno 2016 con la motivazione seguente ” sono esauriti i fondi per il cfi “… esauriti ? e per quale motivo se i servizi si sono svolti in base ad una preventiva definizione e programmazione di risorse ? esauriti ? e come si spiega che una parte del personale ha percepito parte o tutto di quanto dovuto ? è stata sbagliata la programmazione ? è stata errata la programmazione centrale ? la programmazione periferica ? ed in quali tempi saranno allocate le risorse che in origine dovevano bastare per pagare il CFI ? ci saranno i fondi per pagare il CFI 2016 ? Quando ?

Di seguito il testo dell’ Interrogazione

Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-11031 presentato da BASILIO Tatiana

Lunedì 3 aprile 2017, seduta n. 772

BASILIO. — Al Ministro della difesa, al Ministro dell’economia e delle finanze . — Per sapere – premesso che: lo Stato maggiore della difesa – I reparto – centro unico stipendiale risorse, ha comunicato, allegando l’elenco del personale interessato, che non si è potuto procedere al pagamento nel cedolino nel mese di marzo 2017, attesa la momentanea carenza di risorse finanziarie sul piano di gestione n. 8 del capitolo 4461, sia del compenso forfettario d’impiego (CFI), sia del compenso forfettario di guardia (CFG), relativo alle esigenze dell’anno 2016;
nella medesima comunicazione viene specificato che il pagamento verrà disposto direttamente con il primo cedolino utile una volta formalizzata la disponibilità di bilancio;
tale comunicazione crea forte preoccupazione tra il personale interessato in quanto nulla viene riportato in merito a una precisa data entro la quale verranno pagati i compensi sopra richiamati;
tali ritardi producono gravi effetti negativi per la vita del personale interessato e per loro famiglie, sia dal punto di vista economico, sia da quello dello stress psicologico, con possibili ripercussioni anche sullo svolgimento dell’attività lavorativa;
più in generale, pur essendo già passati quindici mesi da quando anche al personale delle Forze armate è stato disposto il cedolino unico NoiPa, vengono lamentate ripetute e serie disfunzioni nelle erogazioni delle competenze;
alla prontezza operativa del personale delle Forze armate non fa riscontro, a quanto consta all’interrogante, un’adeguata tempestività da parte del Ministero dell’economia e delle finanze nell’erogare, per tempo, i fondi necessari al pagamento di quanto dovuto;
più volte e da ripetuto tempo è già stato sollecitato al Ministro della difesa un deciso intervento per risolvere nell’immediato i problemi burocratici che attanagliano il personale militare –:
quali iniziative urgenti ed immediate siano state intraprese dal Governo al fine di procedere al pagamento, per il personale interessato, sia del compenso forfettario d’impiego (CFI), sia del compenso forfettario di guardia (CFG), relativo alle esigenze dell’anno 2016 e, comunque, più in generale, al fine di risolvere definitivamente le criticità sopra richiamate dovute ai lamentati ritardi delle amministrazioni competenti;
quale sia la data precisa in cui sia previsto il pagamento dei suddetti compensi;
quali iniziative siano previste per fornire la massima comunicazione al personale interessato in merito alla vicenda sopra richiamata, anche per una doverosa opera di trasparenza;
quali iniziative si intendano intraprendere per evitare che simili ritardi possano ripetersi;
quali iniziative si intendano adottare affinché le lamentate ripetute disfunzioni del NoiPa non si ripetano nell’immediato futuro. (5-11031)

Related Posts

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.